©2017 Maltagenealogy.com
www.maltagenealogy.com is dedicated to celebrating and reassessing the history of the Maltese People.

The Noble Family of Alagona who held the County of Mistretta (remainder to one generation) as well as the Castello e Terra di Naso, the annuity of 100 golden oncie, the title of Barone di Monforte , the County of Malta (1396), the feudo e Baronia di Bibini, lords of the Terra, e Castello di Palazzuolo

This family is listed as a noble family in “Descrittione di Malta” (1647).

Our data online is to share. We do appreciate if you find a connection to share your data, so it can help many others all across this planet.

Click here to understand how to send updates and corrections.

Updated 02-09-2017.

“Girolamo Zurita, famosa scrittore de gl’ annali d’Aragona pone l’origine di questa casa dal primo Artale, che nel tempo dell’ Imperadore D. Alfonso hebbe in feudo d’onore la Villa d’Alagon doppo, che fu’ tolta a Mori, lasciando quindi il cognome a’ suoi discendenti, essendo stati i loro maggiori diramati da quella de i Signori di Guiana, che nominati furono Vandresi. Ella passo’ in Sicilia con la persona di Blasco, che fu’ il primo, che vi venissse da Aragona; questi fece il suo testamento nel 1346, e dovette morire nel 1355 lasciando la Contea di Mistretta con gl’ altri stati, e per quello, ch’ habbiamo potuto raccoglier da Zurita, ed da altre scritture ci pare essere stata, come segue la sua discendenza, senza pero’ pregiuditio del vero, rimettedoci sempre a’ chi fosse di noi piu accuratamente informato. Blasco sopredetto fu Padre di Artale suo primogenito, di Giovann, che non hebbe successiIf la d’un erede. Giovanni secondogenito fu lasciato successore nel Castello e Terra de Naso, & in cento oncie d’oro in rendita dayagli da; Re’ Pietro II. Roderico genero’ Blasco che fu’ Barone di Montforte. Di Blasco figliuolo del primo Blasco nacquero il Conte Artale che fu’ il maggior de’ fratelli, Giovanni, Blasco, Manfredi, Nicolo’, Giaimo, e Matteo. Il Conte Artale sudetto, che visse fine all’ anno 1388, hebbe due figliuoli naturali, Mazziotta, e Giovanni Alagona. Blasco morii prima del Conte Artale, suo fratello, e genero’ Artale. Manfredi fu’ padre di Giaimo, e di Artale nostro Conte di Malta, l’anno 1396. Da Nicolo’, o da Giaimo, ne provenne un Errigo. E da Matteo una altro Matteo, Blasco, & Artale padrone del feudo, e Baronia di Bibini, in cui successero Mazziotta, Blasco, e Giovanni suoi figliuoli, ch’ hebbero un altro fratello Artaluccio. Per copia autentica d’un privilegio, ch’ habbiamo veduto dal Re’ Alfonso, dato nel Castello di Torre ottavo l’anno 1451 si cava che Donna Aleonora sorella del poco fa’ mentovato Giovanni, e moglie di Pietro de Ledesma falconiere maggiore dei detto Re’, Signora della Terra, e Castello di Palazzuolo havesse havuta facolta di trasportare cotesto feudo ad Artale nipote di lei figliuolo primogenito di Giovanni, con conditione pero’ che la Baronia del Bibini, ch’ eso Artale possedeva, dovesse cedere a Mazziotta suo fratello, figliuolo parimente di Giovanni, ma pero’ seguita che fusse la morte di loro madre, e sotto altre conditioni approvate dal Re’ nel privilegio. Hor di questi, a da gl’ altri hanno poscia havuta discendenza quei della medesima famiglisa, ch’ hoggi sono in Sicilia, e che venero in Malta, e nel Gozo, e da Siracusa apparentarono di nuovo in Malta, ove al presente si trova la casa estinta, e vi fu’ gia nel 1418.  Manfredi d’Alagona ch’hebbe per moglie Vittoria Xabica nipote di D. Margherita d’Aragona nel cui testamento si fa’ di lui mentione. Artale d’Alagona fu’ uno dei Ambasciatori della nostra Citta’ & Isola al Vicere’ di Sicilian el 1488 & il medesimo appare essere Giurato nel 1487, e poscia anche nel 1492. Nel Gozo e’ stata la istessa famiglia molto principale, ritrovandosi presso di noi il testamento del Nobile Nicolo’ d’Alagona di dett’ Isola fatto nel 1514, ove lascia suoi eredi universali Giovanni, e Blascussio suopi figliuoli, natigli da Donna Amata sua moglie. Artale d’Alagona nel 1530. Blasco Giurato nel 1532. Sigismondo parimente Giurato l’anno appresso. D. Inguterra figliuolo di D. Artale e di Donna Costanza Montalto di Siracusa, prende per moglie in Malta D Caterina Desguanez, da quali ne nacquero D. Artale, D. Giovanni, e D. Goffredo. Don Girolamo d’Alagona fu’ Capitano della nostra Citta nel 1550, fino al 1553 egli fu’ marito di Donna Ventura Desguanez da’ quali provenne D. maria moglie d’Alessandro Abela.Don Francesco fu’ Giurato nel 1565 & 1570 indi Capitano nel 1571, & 1572, e per un altro biennio appresso. E fece bene Zurita ne’ suoi annali dica nel 1396 Y Don Artal se reduxo a la obediencia del Rey, por algunos dias: y le dieron entouces el Condado de Malta, pero’ no se quiso contenter con esto, y el y a quella casa se perdieron, que sue tan principal eu aquel Reyno, y la que maiores servicios hizo en fu primer conquista, & c y sue casa de gran consideracion acabarse aquel linaje, y jus estades, de maere, que a’ penas quedasse memoria dellos. Non dimeno legiamo, che guerreggiando in Sardegna Martino Re’ di Sicilia habbia scritto ad un suo secretario in esso Regno ‘ dovergli mandare due Cavalli, li quali (come dice la lettera) havimu dato a’ lu dilettu nostru Blascu d’Alagona, che passate per tutte le ribellioni, alcuno fusse cola’ rimasto al Re’ di Sicilia diletto.     (From Abela’s “Della Descrittione di Malta del Commendatore Abela” (1647))

 

Additional note: The following extract on the Illustrious Alagona family: “Nobilissima famiglia Spagnuola, il cui ceppo pare sia stato un Artale signore di Gallur alfiere del re Alfonso II di Aragona. Fu Artale padre di un Blasco che, per aver liberato dai mori la fortezza di Morello, ottenne il soprannome di Morello, ebbe concesso nell’anno 1214 il titolo di conte di Sestago e fu padre di altro Blasco capitan generale in Calabria e in Sicilia contro re Carlo di Napoli. Costui fu padre di un terzo Blasco conte di Mistretta e maestro giustiziere del regno di Sicilia, dal quale ne venne Matteo-cavallerizzo maggiore di re Federico di Sicilia, capitano di Lentini, barone di Palazzolo e Bibino Magno. Da lui una serie d’illustri gentiluomini, fra i quali merita di essere specialmente ricordato un Artale, pretore di Palermo nell’anno 1363-64, balio della giovinetta regina Maria e vicario del regno. Sotto la sua tutela venne da Raimondo Moncada conte di Agosta rapita la regina Maria e portata nel castello di Agosta che era ben munito e che l’Artale assediò, aggiungendo, in tale assedio, alle baliste le bombarde, che avevan fatto recente pruova nella guerra di Chioggia ma che, quantunque fossero un nuovo mezzo di offesa per l’isola nostra, pure non furon tanto efficaci e per l’imperfezione indispensabile in ogni nuovo ordegno e perché l’Artale non voleva che la regina soffrisse davvero durante l’assedio. Egli, con spirito cavalleresco, non fece, durante lo stretto blocco, mancare alla giovine regina le più squisite pietanze e fe’ sì che Filippo Dalmao visconte di Roccaberti, comandante di una flotta in nome di re Pietro IV d’Aragona, potesse liberare l’assediata. Morì Artale nel febbraio del 1389 succedendogli nelle eccelse cariche di vicario generale e maestro giustiziere il fratello Manfredi che strinse patto con Andrea Chiaramonte conte di Modica di opporsi, con ogni mezzo, non già all’avvenimento al trono di Maria, verso la quale si professavano ed eran devotissimi, ma alla minacciata occupazione straniera; però, con insigne malafede, faceva fare in Messina una dimostrazione a favor della causa aragonese e si allontanava dal Chiaramonte, che, solo, in mezzo a tanta vigliaccheria coalizzata, si apparecchiò alla resistenza contro i Martini, contro i quali con la fibra degli eroi del Vespro, della Falconara e di Gagliano resistette. Manfredi Alagona otteneva però il premio della sua malafede venendo fatto arrestare dal bieco Martino insieme al fratello Giacomo, gran cancelliere del regno, quantunque fedele a lui si fosse professato. Son degni pure di menzione un altro Artale barone di Jaci che sostenne una forte lotta con i fautori dei Martini ma poscia, vedendosi grandemente stretto da Bernardo Cabrera, si rifugiò in Lombardia, un Mazziotta barone di Palazzolo e padre di un Artale che a 8 novembre 1476 ottenne la conferma di detta baronia, che poscia a 13 marzo 1497 veniva confermata ad un altro Artale, il quale a 12 gennaio 1516, per la morte del re Ferdinando, s’investì della baronia di Bibino Magno; ed un Francesco de Alagona che, nel nome maritale di Caterina, figlia di Caterina de Cardines, fu investito a 22 marzo 1519 del feudo di Priolo. Forse è estinta. Arma: d’oro, a sei torte di nero, ordinate, 2, 2 e 2. Lo scudo accollato dall’aquila bicipite spiegata di nero, membrata e imbeccata d’oro, coronata all’antica, in ambo le teste, dello stesso.” http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/bibliotecacentrale/mango/alagona.htm

 

 

THE GENEALOGY OF THE ALAGONA FAMILY:

(To make corrections/ updates click http://www.maltagenealogy.com/libro%20d'Oro/correction.html ).

1. Don Artale d'Alagona, of Aragon, Spain, (“nel tempo dell’ Imperadore D. Alfonso hebbe in feudo d’onore la Villa d’Alagon doppo, che fu’ tolta a Mori, lasciando quindi il cognome a’ suoi discendenti, essendo stati i loro maggiori diramati da quella de i Signori di Guiana, che nominati furono Vandresi.”), married to (neice) Eleonora Lancia with issue N.B. A descendant of Artale, Blasco, settled in Sicily, where he held many properties. His will is dated 1346. Blasco died in 1301.
1.1. Don Blasco d'Alagona, Conte di Mistretta  “la Contea di Mistretta… consisteva in piu’ Terre, e Casali, & in alcuni Castelli e con l’officio di Mastro Giustittiere, ch’ era il maggiore del Regno havendolo …… havuto dal Re’ in vita per la persona sua, e di quella d’un erede”, he also held the Castello e Terra di Naso , and the right to receive an annuity of 100 golden oncie granted by King Peter II, Capitano Generale of Sicily, married Marquesa de Aragona-Hijar., with issue. married to Dona Marquesa de Aragona-Hijar., with issue.
1.1.1. Don Matteo d'Alagona, Conte di Mistretta (c.1355), Governor of Sicily., married to N Palizzi, with issue.

1.1.1.1. Donna Beatrice d'Alagona, married to Gugliemo Raimondo III Moncada, Count of Malta and Gozo, Marchese di Malta, Conte di Sclafani
1.1.2. Don Manfredo d'Alagona (“Manfredi d’Alagona ch’hebbe per moglie Vittoria Xabica nipote di D. Margherita d’Aragona nel cui testamento si fa’ di lui mentione.”)., married to Donna Vittoria de la Xabica, Baroness of Bahria., with issue.
1.1.2.1. Don Artale d'Alagona,(“nostro Conte di Malta l’anno 1396”) married
Caterina Inguanez, with issue.
1.1.2.1.1. Don Artaluccio d'Alagona, married
Agata Cumbo, with issue.
1.1.2.1.1.1. Donna Elizabetta d'Alagona, married
Ugolino Navarra.
1.1.2.2. Donna Rosella d'Alagona, married Marciano Falco.
1.1.2.3. Donna Margherita d'Alagona, married 1448 to Giorgio de la Xabica.
1.1.2.4. Don Blasco d'Alagona, Barone di Monforte.
1.1.2.5. Don Gaetano d'Alagona.
1.1.2.6. Donna Betta d'Alagona., married
Giovanni di Cardona.
1.1.2.7. Donna Leonora d'Alagona, married Pietro Gaetano, Signore di Sciortino.
1.1.2.8. Donna Belladonna d'Alagona, married Niccolo Melchiorre di Branchiforte, Barone del Mazzarino.
1.1.3. Don Giacomo d'Alagona.
1.1.4. Don Giovanni d'Alagona.
1.1.5. Don Matteo d'Alagona, Created (c.1366) Barone di Leontini in Sicily, married Bartolomea Cassellar, Baroness di Palazzolo e Bibino Magno.
1.1.5.1. Donna Eleanore d'Alagona, married Pietro Ledofina, Barone di Palazzo.
1.1.5.2. Don Giovanni d'Alagona, married with issue.
1.1.5.2.1. Don Gaimo d'Alagona.
1.1.5.2.2. Don Blasco d'Alagona.
1.1.5.2.3. Don Artale d'Alagona, Signore di Palazzolo (“padrone del feudo, e Baronia di Bibini”) , married (1) Costanza Staiti. Married (2) Isabella ..
1.1.5.2.3.1. (Second Marriage) Donna Raimondetta d'Alagona, married Leonardo Campo.
1.1.5.2.3.2. Don Francesco D'Alagona.
1.1.5.2.3.3. Don Girolamo d'Alagona, Barone di Bibino Magno (d.1519), married Donna Vittoria Gravina, with issue.
1.1.5.2.3.3.1. Don Pasquale d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2. Don Artale d'Alagona, (c.1558), married
Costanza di Montalto., with issue.
1.1.5.2.3.3.2.1. Donna Leanora d'Alagona., married 1571 to
Guiliano Abela.
1.1.5.2.3.3.2.2. Donna Beatrice d'Alagona., married Ottavio Boria, Barone del Cafala.
1.1.5.2.3.3.2.3. Donna Imperia d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.4. Don Giovanni d'Alagona., Barone di Bibino Magno, married 1544 to
Ventura Inguanez, with issue.
1.1.5.2.3.3.2.4.1. Don Francesco d'Alagona, married 1563 to
Imperia de Nava, with issue.
1.1.5.2.3.3.2.4.1.1. Donna Gerolama d'Alagona, married 1582 to
Barone Giacomo Angarao Inguanez.
1.1.5.2.3.3.2.4.1.2. Don Blasco II d'Alagona, married 1591 Messina to Nobile Francesca de Caro, with issue.

1.1.5.2.3.3.2.4.1.2.1. Don Francesco d'Alagona, (d. 1624), dunm.

1.1.5.2.3.3.2.4.2. Donna Eleanora d'Alagona, Baroness di Bibino Magno, married 1572 to Giuliano Abela.
1.1.5.2.3.3.2.4.3. Donna Maria d'Alagona, married
Alessandro Abela, (“Don Girolamo d’Alagona fu’ Capitano della nostra Citta nel 1550, fino al 1553 egli fu’ marito di Donna Ventura Desguanez da’ quali provenne D. maria moglie d’Alessandro Abela”)
1.1.5.2.3.3.2.4.4. Donna Francesca d'Alagona, married 1565 to Don Salvatore Platamone.

1.1.5.2.3.3.2.5. Don Carlo Goffredo d'Alagona., married 1550 to Giovanna Landolina.
1.1.5.2.3.3.2.6. Donna Giovanna d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.7. Donna Agata d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.8. Don Antonio d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9. (Natural issue) Don Inguterra d'Alagona, married
Caterina Inguanez, with issue.
1.1.5.2.3.3.2.9.1. Don Artale d'Alagona., married (1)
Agata Cumbo, Married (2) 1606 to Armellina Inguanez, with issue.
1.1.5.2.3.3.2.9.1.1. Donna Lucrezia D'Alagona, married 1623 to
Don Diegio Platamone.
1.1.5.2.3.3.2.9.1.2. Don Ersamo d'Alagona, married 1625 Valletta to Dionisa Santa Mauro, with issue.

1.1.5.2.3.3.2.9.2. Donna Francesca d'Alagona, married (1) 1620 to Don Antonio Lagona, married (2) 1636 to Giuseppe Caraffa.
1.1.5.2.3.3.2.9.3. Donna Costanza d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.4. Donna Imperia d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.5. Don Leonardo sives Luciano d'Alagona., married
Donna Caterina Sayd, with issue.
1.1.5.2.3.3.2.9.5.1. Donna Vincenza d'Alagona, married 1616 to Domenico Fenech, with issue.

1.1.5.2.3.3.2.9.5.1.1. Domenico Fenech d'Alagona, married 1631 Zebbug to Maddalena Zammit.

1.1.5.2.3.3.2.9.5.1.2. Giovanna Fenech d'Alagona, married 1632 Mdina to Giulio Cassia.
1.1.5.2.3.3.2.9.6. Don Goffredo d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.7. Donna Agata d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.8. Donna Giovanna d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.9. Donna Maria d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.10. Don Antonio d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.2.9.11. Don Giovanni d'Alagona.
1.1.5.2.3.3.3. Don Girolamo d'Alagona, married Nobile Margarita Gulfi., with issue.
1.1.5.2.3.3.3.1. Donna Margherita d'Alagona, married 1584 to
Pietro Calleja.
1.1.5.2.3.3.3.2. Don Domenico d'Alagona, married 1593 to Marietta Churcop.
1.1.5.2.3.4. Donna Elizabetta d'Alagona.
1.1.5.2.3.5. Donna Lucrezia d'Alagona.., married
Bartolomeo Gruno.
1.1.5.2.3.6. Don Antonio d'Alagona.
1.1.5.2.4. Don Mazziotta d'Alagona, Barone di Bibino Magno (cr:1440)., Castellano di Naro, Sicily.
1.1.5.2.5. Don Matteo d'Alagona.
1.1.5.3. Donna Belladonna d'Alagona., married Stefano di Blundio, Barone di Limbaccari e Ghariexem.

1.1.5.4. Donna Geratina d'Alagona, married to Don Angeraldo Inguanez, Barone de Ortigos del Panades.

1.1.6. Donna Lucchina D'Alagona, married Guglielmo Raimondo Moncada, Count of Malta and Gozo
1.2. Don Artale d'Alagona, (“fu’ istituito erede universale, rimase con la Contea di Mistretta, che consisteva in piu’ Terre, e Casali, & in alcuni Castelli e con l’officio di Mastro Giustittiere, ch’ era il maggiore del Regno havendolo il testatore havuto dal Re’ in vita per la persona sua, e di quella d’un erede”)married Donna Teresa Pere
z.

2. Donna N d'Alagona, married to Pietro Lancia, Lord of Delia and Count of Caltanissetta.

 

 

SOURCES:-

 

  1. MELITENSIA BOOK CLUB, Issue 1, Abela Commendatore Fra Gian. Francesco, Della Descrittione di Malta isola nel mare siciliano con le sue antichita’, ed altre notizie. Libr Quattro Facsimile edition. Malta, 1984.
  2. Adami collection, Vol 72.
  3. www.maltagenealogy.com

 

 

Maltagenealogy.com