©2010 Maltagenealogy.com

www.maltagenealogy.com is dedicated to celebrating and reassessing the history of the Maltese People.

The Noble Family of Mazara

This family is listed as a noble family in “Descrittione di Malta” (1647).

The Barony of Delimara succession;

The Barony of Ghajn Rihani succession;

Updated 04-08-2010.

“Se questa famiglia, ch’ e’ stata in Malta di molto credito, e possanza, non meno in riguardo de I beni, e ricchezze, che vi ha’ posseduto, che de I primi honori, e carichi ch’ ha’ essercitai, corrispondenti all’ antica sua nobilta’, sia in quest’ isola venuta ne; I piu’ remoti tempi d’atrode, che dalla Sicilia, fin hora non si sa’ di certo, ritrovandos un Francesco dMazara in Modica segnato per testimonio in una publica scrittura nel 1378 un Giacomo di Mazara Milite sottoscritto in una concessione fatta da Bernardo Cabrera primo Conte di quella casa, Pietro de Celestrfamiliari dilecto &c, Giovanni, e Cataldo anche in Modica nrel 1409, il primo Giurato, l’altro genero di Pietro Celestre milite, e cognate di quel Piero primo Barone di Santa Croce, e Stratego’ di Messina. Onde ci bastera’ solo intanto, che la nostra Citta’ vi vanti d’haverla havuta fra’ li nobili della sua Cittadinanza per tanti anni, e che quella, ch’ hoggi vive nell’istesso grado in Siracusa, Modica, e Scicli, habbia per ceppo, e tronco un qualificato nostro cittadino, come molt’ altre, ch’ habbiamo in quel Regno. Pero’ tralasciando questo punto dell’origine, a’ chi in breve a’ bello studio, ne dovera’ discorrere, ce ne passaremo al primo ascendente in Malta, di cui tutti gl’ altri della Sicilia sono generosi rampolli. Questi fu’ Simone di Mazaradi lui dimostrano le seguenti memorie. La prima e’ che Guglielmo Bellomo ccavaliere Siracusano, fa’ ricevuta al nostro Simone (nominandosi nella scrittura, nobilia Miles Simon de Mazara &c) al magnifico Guglielmo di Montagnano Sig. di Marsala, d’oncie seicento d’oro, nelle quali essi havevano mallevato al Magnifico, e potente Signor Bernardo Cioanni di Cabrera Conte di Modica. La seconda e’ d’un atto di donatione irrevocabile di tutti I suoi beni, che fe’ Donna Maria, vedova di Ludovico de Plozasco a’ Simone di Mazara in Malta; prendendolo per marito l’anno 1429. Era lei Maltese figliuola di Giacomo Pellegrino allora defonto, e di Margherita d’Aragona; quindo passo’ in virtu’ di quest’ atto nella Casa Mazara il Iuspadronato del Beneficio nominato de’ Mazari, hoggi di valore poco men di 400 scudi di rendita, ch; havea sondato il suddetto Ludovico, o’ Aloisio primo marito di D. Francia. La terza e’ d’una nobilissima scrittura fatta in Palermo (ove Simone ben spesso si conseriva per occasione de’ suoi affari) nel 1434 per la quale egli da’ per marito Piergiovanni suo figliuolo, natogli dalla Sig. Beatrice sua prima moglie, allora defonta, a’ Donna Margerita del Carretto, figliuola di Giovanni, e sorella di Federico Barone di Rahalmuto, hoggi Contea, essendosi stati per testmoni il Vicere’ , & altri Signori qualificati, fra’ i quali due fratelli di Pietro d’Aragona Barone d’Avola, zij dello sposo. Era Gio figliuol di Matteo del Carretto, e di Leonara Pellegrino, sorella di Francia seconda moglie di Simone; Fu’ la dote a; Piergiovanni data d’oncie ottocento d’oro, smirurata in quei tempi, e consistente in moltissimi beni de’ Signori Carretti apportati loro in quest’ Isola, dalla predetta Leonora, quando fu’ maritata con Matteo, trattato dal Re’ Martino, con titolo di Marchese di Savona, come di legge in una lettera scrittagli da Catania nel 1392 a’ 5 di Febraio. L’ultima scrittura di Simone, e’ il suo testamento, che fece in Malta l’anno 1450, a’ 20 di Settemb, ove chiama se stesso Ego Simon de Mazara Miles Civitatis Malta iacens in lecto, & c che fu’ aperto a’ 19 d’Ottobre di quell’ anno, si legge quivi Quodam Magnificus Simon de Mazara, Miles, Civis Civitatis Maltae, & c. Il qual testamento fu’ poscia transuntato negl’ atti d’Ingomez di Brancato Notaro Maltese ad istanza del Magnifico Simone di Mazara, nipote per via di figlio del testatore, chiamato quivi cittadino di Malta l’anno 1484, a’ 22 di Dicembre. Lascia Simone tre figliuoli legittimi, e naturali, con molti beni in Malta, & in Sicilia nel Contrado di Modica e altresi dal’ Barone d’Avola allora Perio della casa d’Aragona, per ragion di dore della di lui (come si crede) sorella Beatrice, sua moglie. I tre’ figliuoli scritti, con quest’ ordine nominat erano Perigiovanni, Giovanni, e Cataldo; a’ questo amogliato in Modica lascia tutti I beni del Contado. Narra haver havuto tre moglie; Donna Garita la terza, ch’ a’ lui sopravisse, di questa non sappiamo la casa ne di lei hebbe figliuoli. La seconda Donna Francia della quale ne meno lascio successione. La prima moglie fu’ Beatrice, figliuola (secondo le probabili congetture, che su hanno) di Giovanni d’Aragona Barone d’Avola, di cui e’ stato Avolo Orlando figliuolo naturale del Re’ Federico Secondo.: Il Padre di Giovanni chiamossi Gioannuzzo, generato da Rolando, o sia Orlando sudetto. Nacquero da Giovanni, tenuro Padre della nostra Beatrice altre due femmine, e cinque maschi, il primogenito fu; Perio, o’ Pietro la madre di tutti Leonora donna sciolra, e tutti furono dal Re’ legititmati, come riferisce Pirro nel luogo dianzi citato. Da Perio poi discesero quelle Signore Beatrice, & Antonia, ch; apparentarono con la nobilissima Casa Tagliavia prendendo I successori con li stati il cognome d’Aragona. Conferma altresi la discendenza, o’ figliuolanza della nostra Beatrice, moglie di Simone di Mazara dal sopradetto Giovanni Barone d’Avola, che maritandosi uno loro nipote, ch; haveva lo stesso nome di Beatrice, figlia di Piergiovanni, con Orlando d’Aragona figliuolo (a’ quel che di conchiude) d’uno di quei cinque maschi, stimato fratello della medesima nostra Beatrice, v’intervene la dispensatione apostolica, commessa ad Antonio d’Alagona Vescovo di Malta, e da lui eseguita, come si ravvisa per sue lettere date n Siracusa a’ 4 di Luglio 1475, sopra l’impedimento del terzo, e secondo grado di parentela. Benche Simone havesse case fornite in Malta, Siracusa, e Modica, non dimeno vien chiamato da Malta, anco da fe medesimo, come nel testamento; oltre che la casa di Siracusa sembra, che fusse dotale di Beatrice, mentre cola’ si afferma, che confinava con una di Filippo d’Aragona, e l’altra che lasciava a’ Cataldo suo figlio habitatore di Modica, si soggiugne quivi in detto testamento, che gliela dava come esso Testatore la soleva tenere, quando ego testatore dego in ipsa Terra Mohac;  sembianza di parlare piu’ tosto d’uno, che v’andasse talore a’ trattenervisi per facende, che vi haveva con occasione di beni, o’ per avventura dell’ amicitia co’ l Conte, che in sua patria, o’ ferma dimora, che questa era quella di Malta, talmente propria, che nella nostra Citta’ v’era una strada, che nomava ruga delli Mazari, come dall’ antiche scritture si pruova. Ma passiamo a’ figliuoli di Simone. Piergiovanni casato come si disse con Donna Margherita del Carretto, si rimase in Malta, ove anco mori’; lascio’ due figlie Donna Beatrice, che fu’ maritata con il 2 Orlando d’Aragona, e Donna Isabella, che fu’ moglie di Giovanni di Nava nostro Castellano, come apparisce del testamento d’ambidue in atti di Notaro Gratiano de Vassallo a’ di primo di Novembre 1487. Giovanni l’altro figlio di Simone prese per moglie in Malta Beatrice figliuola del primo Antonio Desguanecha, e d’Imperia Gatto Signora delle Baronie di Bucane, e Deyr il Binet; si dimostra cio’ dal testamento di Simone. Stanzio’ egli molto tempo in Modica, ove il padre gli havea lasciato Burgilsez predio, ch; ancor hoggi s’ in poter de’ suoi successori; mori’ e lascio’ Simone secondo, come si legge nel suo testamento, ch; e’ in mano di on Antonio Mazara in Siracusa. Simone secondo s’ammoglio’ nel Castel Ursino con D. Margherita di Nava, e procreo’ Giovanni secondo; questi fu’ marito di Donna Paola Gatt Inguanes in Malta ove tuttavia dimoravano; fu’ loro figliuolo Perio, ch’ hebbe per moglie in Siracusa D. Clara d’Aragona, figlia di D. Paolo d’Aragona, di cui fu’ padre Orlando 2, e madre Beatrice di Mazara, e del Carretto, pero’ vi bisogno’ dispenzatione Pontificia di terzo in quarto grado, come fu’ l’altra di secondo in terzo. Da perio, e D. Clara nacquero Giovanni 3, & Antonio, questo e’ sepellito nella cappella dei Mazari in Siracusa, nella Chiesa di San Francesco, scrittovi sopra, Don Antonius de Mazara, & de Aragona, con l’arme di Mazara inquartata con quelle d’Aragona, e di Suevia. Il sudetto Perio, con occasione del matrimonio di Donna Clara, fu’ il primo, che lasciase dall’ intutto Malta, e Modica, e passasse af abitare di fermo, nella detta Citta’ di Siracusa, ove subito fu’ posto nella mastra, o’ bussolo de gentilhuomini, e fatto Giurato, come si vede ne gl’ atti pubblici di quella Citta’. Giovanni terzo, che solamente ritenne l’arma, non gia’ il cognomen d’Aragona, prese per moglie D. Elisabetta Platamone, e genero’ Perio 2 questo fu’ marito d’una Signora di Casa Guevara, e padre di Gio 4 e di Fra’ D. Antonio Cavaliere di questa Sacra Religione. D. Gio 4 procreo’ Don Pietro, e Don Antonino hoggi vivente in Siracusa. Cataldo l’ultimo de’ figliuoli di Simone, tolse per moglie in Modica (essendo vivo il Padre) una Signora, di cui non si sa’ precisamente la famiglia; lascio egli due figliuoli, Giovanni & Antonio. Giovanni si sposo’ con D. Maria Sortino da Noto, figlia di Rinaldo Barone del Ruuetto di Renda, e delli Maccari; come si cava dal pagamento delle dote (fattoli da Alvaro Sortino uno de’ figliuoli di Rinaldo) chef e li doveva sopra I detti feudi. Fu’ Rinaldo Stratego’ di Messina, e igliuolo di Mainotto Sortino fondatore di wquella casa, e Barone di sei feudi nel 1398. Procreo’ Giovanni da costei due figliuoli Antonio, detto Ancora Antonello a’ differenza d’Antonio suo zio, e Gaspare. Antonio primo s’ammoglio con D Giovanna Giurato, e n’hebbe tre figli, Gregorio, Antonio e Tomaso, il suo testamento nel 1540 ne fa’ fede. Di Gregorio finalmente venne a’ mancar la discendenza in Gio Battista di Mazara, Barone dell’ Oglio, morto a’ tempi nostri senza figliuoli. Di Tomaso hebbe fine  la linea entrando per femmine in D. Fabio Valseca Barone di S. Filippo gentilissimo Cavaliere Catalano. D’Antonio 2 detto altresi’ Antonello 2 a’ differenza del padra, e del zio fratello di suo Avo Giovanni (perche’ essend tutte tre vivi, non sapevano I Notari come distinguergli) e di Margherita Celestri, nobilissima Casa de I Marchesi di S. Croce di Sicilia, ne nacque Antonio 3 appellato comunemente Antonuzzo, & ancora Antonino; il suo testamento autentico, e’ nella Cancellaria del Conte di Modica. Di Antonio 3 e di D. Pietra, o’ Petruzza Mompalau’ figliuola di Galcerano del Gozo, nacquero Antonio 4 e Galcerano, n’apparisce l’atto matrimoniale in Malta. Antonio 4 e D. Margherita di Giurato figlia di D. Alonso, di cui fu’ fratello D. Valerio padre del Commendatore Fra’ D. Blasco di Giurato, generarono D. Giacomo di Mazara morto in Xicli nel 1646 ove piu’ volte fu’ Capitano, e Giurato. Da lui e D. Lucretia Belguardo restano hoggi D. Cosmo, D. Carlo, D. Baldassare, D. Luigi, D. Galcerano. Da Galcerano primo, e D. Vincenza Celestri nacquero D. Giuseppe Mazara, morto poco fa con chiara fama di virtu’ in Modica, D. Francesca moglie gia’ di Francesco Eschebelz Cavaliere di divotione di questo Sacro Abito, Mastro Giurato, Mastro Portulano, Mastro Rationale, e Conservatore della Contea di Modica, e Donna Pietra Baronessa di Stallaini, e del Fullo, maritata in Noto con D. Giovanni Pepe. Di Antonio 3 fu’ fratello Vincenzo, di lui e’ stato figlio Francesco, e da questo nacquero D. Vincenzo, e Don Placido, che vivono di presente in Modica; Ma di tutti gli sopradetti solo di D. Giacomo v’e successione nel ramo di Modica, e di Don Antonio in quello di Siracusa. Antonio figliuol di Cataldo fu’ padre di Carlo pregiato Cavaliere in Modica, Mastro Giurato della Contea, e ricchissimo, come si ravvisa cola’ ne I registri della Cancellaria dell’ Almirante, e di lui per Nicolo’ figlio, e Tomaso nipote, honorati con nobili titoli in publiche scritture gia’ morti, in Antonio pronipote vivente, & Antonino suo figlio, resta speranza di successione (avergnache non con ugual fortuna) in Scicli). E qui’ per fine di questa genealogia dovema avvertire, che non vi sono compresi bastardi, e ch’ habbiamo solamente fatta mentione di quelli, ch’ erano necessarij per la sudetta serie, havendo lasciati con le femmine molti di collaterali, I quali pero’ sono tutti per l’appunto nell’ albero, ch’ ha’ della casa D. Cosmo di Mazara primogenitor di Don Giacomo in Scicli. Ma finiamolo con additar I carichi, e gl’ officij, ne’ quali sono stato impiegati quei di questa famiglia, mentre abitarano in Malta; e premieramente ci sovviene, che il primo Simone di Mazara era quivi Capitano d’armi, & anco Mastro Rationale del Regno di Sicilia l’anno 1454 nel quale appunto si mori; fu’ egli creato nel 1430 e dal Re’ Alfonso eletto suo Consigliere, chiamandolo milite, come si legge nel libro della Cancellaria, & nel 1436 Secreto di Malta. Giovanni suo figliuolo Giurato nel 1442 & 1449 & essendo stato dall’ Universita eletto Ambasciadore al Re’ Alfonso in compagnia d’Antonio Falsone, vengono qualificati nella regia provisione, ch; ottennero nel modo, che siegue cioe’. Nuperrime autem per nobiles, & fideles nostros Ioannem de Mazara Melitens & Iudicem Antonium de Falsone ipsius Civitatis Ambasciatores Maiestati nostra humiliter supplicatum extitit, & c. Fu’ data nel Castello di Napoli a’ 11 di Marzo 1438, Peri Giovanni Giurato nel 1456. Di Giovanni sopradetto destinato Ambasciadore di nuovo al Re’ Giovanni nel bel prncipio del suo reame, per impetrare la confermatione de’ privilegi dell’ isola, & altri gratie, leggiamo nel suo regio diploma dato in Barcelona a’ 2 di Gennaro 1460 essere stato nominato nella maniera seguente. Seren nostra per Vos nobilem dilectum & fidelem nostrum Ioannem de Mazara Civem, Oratorem & Ambasciatorem pro parte Universitatis Civitatis, & Insula earumdem, pro in frascriptis ad nostram Maiestatem nuper destinatum, oblata fuere suppliciter capitula in forma infrascripta, & c.  L’istesso vien mandato Ambasciatore al Vicere’ Lopo Ximenes d’Urrea sopra diversi negotij importanti al publico dell’Universita’, & ottene con la sua prudenza, & accortezza felicissima speditione, in tutti quali I capi che si racchiudevano nella sua istruttione, come ne decreti ottenuti in Messina a’ 17 I Gennaio dell’ anno sudetto si continence. Simone secondo, figliuol del predetto Giovanni, hebbe la carica di Capitano nel 1474, & 1478. Giovanni un’ altra volta e’ destinato Ambasciatore al Vicere’ nel 1475. Simone fu’ uno degli Ambasciatori inviati al Vicere’ nel 1481. Il medesimo vien eletto Capitano, & Ambasciadore al Viceregi, oPresidenti del Regno nel 1487, & 1488. Giovanello Giurato nel 1512. Giovanni Giurato nel 1515, e Capitano nel 1517. Finalmente nel 1523 un Giovanni di Mazara e’ deputato per uno de’ Giurati ma giunta in Malta la patente, ritrovassi, ch’ egli era stato fatto schiavo da’ Turchi con una sua galeotta, mentre contro li loro corse, giava.” (From Abela’s “Della Descrittione di Malta del Commendatore Abela” (1647))

 

THE GENEALOGY OF THE MAZARA FAMILY:

(To make corrections/ updates click http://www.maltagenealogy.com/libro%20d'Oro/correction.html )

1. Milite Giacomo Mazzara, with issue.
1.1. Milite Simone Mazzara, (died 1454), married (1) Donna Beatrice d'Aragona d'Avola, 7th Baroness di Ghajn Rihani, Delimara, etc, married (2) 1434 to Donna Francia Pellegrino, with issue.
1.1.1. (First Marriage) Don Giovanni Mazzara,
8th Barone di Ghajn Rihani, Delimara, etc, married Donna Beatrice Inguanez dei Baroni di Djar il-Bniet e Buqana, with issue.
1.1.1.1. Don. Peri Giovanni Mazzara,
9th Barone di Ghajn Rihani, Delimara, etc, married Elena Mirabella.
1.1.1.2. Don Simone Mazzara,  married Donna Margherita de Nava, with issue.
1.1.1.2.1. Don. Chco. Sigismondo Mazzara, dunm.
1.1.1.2.2. Don. Gioannello Mazzara, married Paola Gatto Inguanez dei Baroni di Hemsija, with issue.
1.1.1.2.2.1. Donna Margherita, married Don Filippo Celestri.
1.1.1.2.2.2. Don Perio Mazzara, married Donna Chiara d'Aragona dei Baroni di Ghajn Tuffieha, with issue.
1.1.1.2.2.2.1. Don. Carlo Mazzara., dunm.
1.1.1.2.2.2.2. Donna Leonora Mazzara., dunm.
1.1.1.2.2.2.3. Donna Lucia Mazzara., dunm.
1.1.1.2.2.2.4. Donna Diana Mazzara., dunm.
1.1.1.2.2.2.5. Donna Francesca Mazzara, married Gio Vincenzo Cannarella.
1.1.1.2.2.2.6. Don Giovanni Mazzara, married Donna Elizabetta Platamone, with issue.
1.1.1.2.2.2.6.1. Don Pietro Mazzara, married Donna Beatrice de Guevara, with issue.
1.1.1.2.2.2.6.1.1. Fra. Antonio Mazzara, Knight of Malta, (c.1595).
1.1.1.2.2.2.6.1.2. Don Giovanni Mazzara, married Donna Maria Bonajuto, with issue.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.1. Don Pietro Mazzara, dunm.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.2. Donna Giovanna Mazzara, dunm.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.3. Donna Leonora Mazzara, married Don Giovanni Platamone.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.4. Don Antonio Mazzara, married with issue.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.4.1. Don Carlo Mazzara.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.4.2. Don Ludovico Mazzara, Created Barone di San Marco.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.5. Don Carlo Mazzara, dunm.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.6. Don Francesco Mazzara, married with issue.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.6.1. Don Maria Mazzara, married Don Adone di Calascibetta.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.7. Donna Beatrice Mazzara, dunm.
1.1.1.2.2.2.6.1.2.8. Donna Giuseppina Mazzara, dunm.
1.1.1.2.2.2.7. Don Chco. Antonio Mazzara, dunm.
1.1.1.3. Don. Chco. Antonio Mazzaro, dunm.
1.1.2. Don Pier Giovanni Mazzara,
10th Barone di Ghajn Rihani, Delimara, etc, married 1434 to Donna Margherita del Carretto, with issue.
1.1.2.1. Donna Isabella Mazzara,
11th Barone di Ghajn Rihani, Delimara, etc, married (1) Don. Giovanni de Nava., Married (2) Alvaro Caperes.
1.1.2.2. Donna Beatrice Mazzara, married Don Orlando d'Aragona.
1.1.3. Don Cataldo Mazzara, married Comizia Celestri., with issue.
1.1.3.1 Don Giovanni Mazzara, married Maria Sciortino de Noto, with issue.
1.1.3.1.1. Donna Giovanna Mazzara, married Michele d'Giurato.
1.1.3.1.2. Don Gaspare Mazzara, dunm.
1.1.3.1.3. Don Antonello Mazzara, married Margherita Celestri, with issue.
1.1.3.1.3.1. Don Vincenzo Mazzara, with issue.
1.1.3.1.3.1.1. Don Francesco Mazzara, with issue.
1.1.3.1.3.1.1.1. Don Placido Mazzara, dunm.
1.1.3.1.3.1.1.2. Don Vincenzo Mazzara, settled in Modica, Italy.
1.1.3.1.3.2. Don Antonello Mazzara, married Pietra Mompalao, with issue.
1.1.3.1.3.2.1. Don Antonio Mazzara, married Margherita d'Giurato, with issue.
1.1.3.1.3.2.1.1. Don Giacomo Mazzara, married Donna Lucrezia Belguardo, with issue.
1.1.3.1.3.2.1.1.1. Don Giuseppe Mazzara, 'Jesuit', dunm.
1.1.3.1.3.2.1.1.2. Don Cosimo Mazzara, dunm.
1.1.3.1.3.2.1.1.3. Don Bartolomeo Mazzara, 'Jesuit', dunm.
1.1.3.1.3.2.1.1.4. Don Luigi Mazzara, married Diana Eschebelz, with issue.
1.1.3.1.3.2.1.1.4.1. Don Ignazio Mazzara.
1.1.3.1.3.2.1.1.5. Don Carlo Mazzara, 'Preosito', dunm.
1.1.3.1.3.2.1.1.6. Don Baldassare Mazzara.
1.1.3.1.3.2.1.1.7. Don Calcerano Mazzara.
1.1.3.1.3.2.2. Don Calcerano Mazzara, married Donna Vincenza Celestri, with issue.
1.1.3.1.3.2.2.1. Donna Francesca Mazzara, married Don Franco Echebelz, Knight of Malta.
1.1.3.1.3.2.2.2. Don Giuseppe Mazzara, dunm.
1.1.3.1.3.2.2.3. Donna Pietra Mazzara, married Don Giuseppe de Noto.

1.1.3.1.3.3. Donna Paola Mazzara, married to Barone Eugene Matteo de Armenia
1.1.3.2. Don Antonio Mazzara, married Donna Giovanna.., with issue.
1.1.3.2.1. Don Carlo Mazzara, with issue.
1.1.3.2.1.1. Don Nicolo Mazzara, with issue.
1.1.3.2.1.1.1. Don Tomaso Mazzara, with issue.
1.1.3.2.1.1.1.1. Don Antonio Mazzara, with issue.
1.1.3.2.1.1.1.1.1. Don Antonio Mazzara, with issue.
1.1.3.2.2. Don Tomaso Mazzara.
1.1.3.2.3. Don Gregorio Mazzara.
1.1.3.2.3.1. Don Gio Batta Mazzara, Created Barone dell'Oglio in Sicily.
1.1.3.2.4. Don Antonio Mazzara.
1.1.4. (Second Marriage) Isabella Mazzara, married Barone Johannes d'Arexula.

 

SOURCES:-

 

  1. MELITENSIA BOOK CLUB, Issue 1, Abela Commendatore Fra Gian. Francesco, Della Descrittione di Malta isola nel mare siciliano con le sue antichita’, ed altre notizie. Libr Quattro Facsimile edition. Malta, 1984.
  2. Adami collection, Vol 72.
  3. www.maltagenealogy.com

 

 

 

Maltagenealogy.com